Skip to content

I primi vagiti della sonda GOCE

14 aprile 2009

L’agenzia spaziale europea (ESA), oggi riporta la notizia che GOCE, la sonda che dovra’ occuparsi, tra le altre cose, di creare una mappa gravitazionale della terra (o, meglio, di definire con precisione la forma del geoide, la superficie equipotenziale del campo gravitazionale terrestre) e tenere sotto controllo le correnti oceaniche, ha cominciato a “vivere”.

Qualche giorno fa avevo riportato la notizia dei primi esperimenti sui motori rivoluzionari di cui e’ dotata, che avevano avuto successo pieno. Ora l’ESA ci comunica che gli scienziati incaricati del progetto hanno acceso lo strumento principale di misura di cui e’ equipaggiata la sonda: il misuratore di variazioni della gravita’ terrestre. I risultati sono, fortunatamente, molto soddisfacenti (ho come l’impressione che aggiustarlo non sarebbe stato come fare la revisione dell’auto dal meccanico).

Questo strumento e’ composto da tre accelerometri che misurano, ovviamente, l’accelerazione sperimentata dalla sonda. Un po come quelli presenti nell’iPhone o nel controller del Nintendo Wii o ancora in alcune macchine fotografiche recenti… bhe, non proprio ESATTAMENTE come quelli, ma il principio e’ lo stesso ;-))

Quindi i primi test sono andati a buon fine e tutto sembra funzionare al meglio. Ora all’ESA dovranno aspettare che la sonda “cada” fino all’altezza della sua orbita finale, circa 273 km. Questa caduta e’ dovuta al fatto che all’altitudine a cui la sonda e’ stata messa in orbita (283 km, nella ionosfera) e’ ancora presente una traccia di atmosfera (meno di un miliardesimo della pressione al suolo), sufficiente a rallentare leggermente la sonda e farle perdere quota. Una volta raggiunta l’orbita desiderata, i motori ionici verranno accesi e la loro spinta (pari circa alla forza sviluppata durante un’espirazione da una persona) manterra’ GOCE all’altitudine operativa.

A quel punto, dopo altre sei settimane di test di funzionamento, la sonda diverra’ operativa a tutti gli effetti.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: