Skip to content

Geoengineering

15 aprile 2009

La settimana scorsa, Associated Press ha riportato una notizia interessante: John Holdren, consulente scientifico dell’amministrazione Obama, ha rilasciato un’intervista in cui ha parlato del problema del riscaldamento globale. Le sue  parole sono tutt’altro che confortanti e sono un’evidente inversione di rotta rispetto all’amministrazione precedente.

Secondo gli studi che hanno condotto, la situazione e’ davvero seria e tutte le possibili soluzioni devono essere considerate. Tra queste figurano l’uso di “alberi artificiali” in grado di assorbire l’anidride carbonica (uno dei principali gas-serra) e di confinarla, e l’uso di particolari microparticelle da sparare nell’atmosfera in modo da riflettere i raggi solari. Non so perche’ ma questa seconda opzione mi mette piuttosto a disagio e mi vengono in mente immagini da Matrix!!!

Holdren ha specificato che queste sono misure drastiche da utilizzare solo se la situazione diventasse davvero insostenibile (ha presentato alcuni indicatori della gravita’ della situazione: man mano che questi dovessero essere raggiunti, le misure dovrebbero diventare piu’ aggressive).

Da un lato mi fa piacere che vengano presi sul serio i segnali di pericolo dell’ambiente, dall’altro spero che le analisi siano un po’ esagerate. Oscurare il cielo per evitare gli effetti di un riscaldamento globale catastrofico mi pare equivalente a creare un disastro per mettere una pezza ad un disastro precedente!

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: