Skip to content

Tecnologia ed ecologia

23 luglio 2009

Cambio un po’ direzione con il post attuale. Qui non parlero’ ne’ di spazio, ne’ di alieni (o presunti tali) ne’ di astronautica, bensi’ di tecnologia orientata alla conservazione del nostro pianeta (per ora l’unico a nostra disposizione). Un’ottima fonte di ispirazione e di notizie aggiornate in questo senso e’ Ecogeek.org.

La settimana scorsa questo blog riportava tre notizie molto interessanti:

  • Una semplicissima invenzione per assicurarci di spegenere tutto cio’ che consumerebbe inutilmente energia quando lasciamo casa. Si tratta di un portachiavi con quattro ganci a cui appendere le chiavi di casa; quando l’ultimo mazzo viene rimosso dai ganci, l’interruttore integrato toglie corrente a tutte quelle apparecchiature che non e’ necessario avere accese quando non siamo in casa (televisori, dvd messi in stand-by, luci ecc.) mentre lascia accese oggetti tipo frigoriferi, allarmi e freezer. Non ci sono molti dettagli riguardo a questo oggetto e quindi non so quanto sia programmabile e semplice da installare.
  • Una ditta americana, PetroAlgae inc. afferma di poter produrre alghe che possano essere utilizzate per nutrire uomini e animali e CONTEMPORANEAMENTE servire da carburante per auto. E” vero che le alghe sono molto ricche in energia e che si sviluppano principalmente grazie all’energia solare e alcune sostanze nutritive e che si sviluppano velocemente. E’ anche vero che durantela loro crescita assorbono notevoli quantitativi di CO2 (cosa che aiuta, quando si vogliono produrre carburanti a basso impatto ambientale). Se veramente riusciranno a sviluppare tutto cio’ (il loro business plan non e’ quello di produrre le alghe, ma di vendere il concetto a ditte sparse in tutto il mondo), questo potrebbe risolvere diversi problemi. Secondo quanto affermano, le alghe verrebbero processate per estrarre le proteine che verrebbero trasformate in alimenti, e cio’ che rimane potrebbe essere trasformato in modo semplice ed economico in carburanti utilizzabili direttamente dalle auto gia’ presenti in circolazione. Sembra troppo bello per essere vero: da tenere d’occhio ma con un briciolo di scetticismo ;-)
  • La costruzione della nuova fiera di Milano prevede la realizzazione di un tetto interamente ricoperto di pannelli solari in grado di produrre fino a 20 MW di potenza. Questo lo renderebbe la centrale elettrica solare montata su di un tetto piu’ grande del mondo, sorpassando la copertura dell’edificio della General Motors a Saragoza che produce “solo” 12 MW. La costruzione dovrebbe finire entro il 2010 e il vincitore dell’appalto verra’ annunciato a settembre di quest’anno. Speriamo che i soliti ritardi non vadano ad influenzare troppo i lavori, perche’ questa potrebbe essere un’opera di cui andare giustamente fieri.
One Comment leave one →
  1. ste permalink
    24 luglio 2009 12:57

    Da buona milanese vorrei aggiungere che il nuovo progetto fiera prevede anche la sostituzione dell’ex polo fieristico con un’area residenziale molto bella e rispettosissima della natura.
    L’idea si chiama City-Life e conterrà un grande parco, residenze ed addirittura un museo…
    Unica pecca…il costo: sembra che il prezzo minimo al m2 si aggirerà intorno agli 8.500€….per raggiungere anche i 12000€.
    Anche in questo caso – cito – da tenere d’occhio, ma con un briciolo di scetticismo ;-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: