Skip to content

Il 2012: drammi, catastrofi e distruzione…

25 agosto 2009

… o no?

Ok, innanzitutto un po’ di spiegazioni per chi non sa di cosa io stia parlando: da qualche tempo (svariati anni, anche se l’idea ha cominciato a diventare particolarmente diffusa solo ultimamente) girano voci, specialmente su Internet, riguardo la distruzione del pianeta/della razza umana/del sistema solare e forse dell’intero universo in corrispondenza del 21 (o 23) dicembre 2012. Qualcuno e’ piu’ ottimista e si limita a dire che ci saranno profondi cambiamenti. A parte che se qualcuno viene a farmi previsioni di immani catastrofi che risulteranno probabilmente nella mia morte, dovrebbero essere piu’ precisi con le date: sara’ il 21 o il 23 dicembre? sara’ una cosa immediata o si prolunghera’ nel tempo? Insomma, vorrei riuscire ad organizzarmi: posso prenotare un tavolo ad un ristorante indiano per il 22 dicembre o e’ una totale perdita di tempo?

D’accordo, gettate le premesse, vediamo di andare piu’ in profondita’ con questa storia. Chi ha fatto questa profezia? Da dove nasce? Ebbene, tutto nasce dai maya e dal loro calendario. Come? I maya? La popolazione dell’america centrale che per lunghissimo tempo ha dominato vasti territori e che e’ poi stata quasi interamente spazzata via dai conquistadores spagnoli nel diciassettesimo secolo? Ebbene si’, proprio quei maya! Ora, giustamente, vi chiederete: “com’e’ possibile che i maya non siano riusciti a prevedere la loro dipartita alla fine del diciassettesimo secolo, ma possano prevedere con 3 giorni di accuratezza la fine del mondo/sistema solare/universo?”. E questo, amici miei, e’ il punto della questione!!

I popoli mesoamericani ad un certo punto si sono accorti di avere un problema: per identificare i giorni si servivano di due calendari, uno solare di 365 giorni e uno cerimoniale di 260, senza pero’ identificare gli anni. Combinando questi due calendari era possibile identificare univocamente un giorno qualunque in un periodo di 52 anni (riferimento qui). Questo era un periodo sufficientemente lungo per identificare quelunque giorno della vita della maggior parte delle persone (l’aspettativa di vita era un po’ piu’ corta allora in quelle regioni), ma non permetteva di prendere in considerazione periodi piu’ lunghi. Per ovviare al problema hanno inventato il “calendario lungo” (long count calendar).

Come suggerisce il nome questo calendario permette di prendere in considerazione periodi di tempo molto piu’ lunghi. La sintassi di questo calendario e’ la seguente: 12.19.19.17.19, dove i numeri rappresentano il massimo valore per quella posizione. Come si puo’ vedere, tutte le posizioni tranne la seconda, contengono 20 elementi (da 0 a 19). L’elemento piu’ a destra corrisponde ai singoli giorni. Una unita’ della posizione piu’ a sinistra corrisponde a 144000 giorni. D’accordo, cosa c’entra questo particolarissimo calendario con la fine del mondo? Oltre a lasciarci questo cervellotico strumento di misura del tempo i popoli mesoamericani si sono premurati di lasciarci iscrizioni in cui specificavano che in corrispondenza della data 13.0.0.0.0 il calendario deve ricominciare e si entra in una nuova epoca, possibilmente attraverso distruzione, morte e l’armageddon. A questo punto mi preme sottolineare che non tutti gli studiosi sono d’accordo che il calendario debba ricominciare una volta arrivato a 13.0.0.0.0, ma che possa proseguire fino ad un periodo 41’341’049’999’999’999’999’999’994’879 anni nel futuro. Considerato che il sole dovrebbe diventare una gigante rossa e cuocere la Terra in circa 5 miliardi di anni (entro un paio di settimane dovrei scrivere una recensione dell’ultimo libro di Phil Plait che si occupa anche di questo argomento), credo che non dovremmo preoccuparci piu’ di tanto ;-)

Se la storia finisse qui non sarebbe altro che un millennium bug precolombiano.

Invece, correnti di pensiero ben piu’ recenti, hanno deciso di dedicare a questo mito fiumi di inchiostro, tonnellate di carta e innumerevoli parole. Partiamo dalla cultura New Age: per qualche motivo, legato al suddetto calendario, chi segue questa corrente di pensiero associa al 2012 un periodo di cambiamento: non tanto la fine del mondo materiale, quanto quella del materialismo, sulla falsariga de “La profezia di Celestino”. Potete andare a leggervi il romanzo… o magari no, non sono sicuro valga il vostro tempo.

Vi sono, poi, teorie su strani allineamenti astronomici, come l’intersezione dell’eclittica (il piano immaginario su cui orbitano, piu o meno, tutti i pianeti del sistema solare) e una banda di polvere scura nella via lattea, il dark rift, che provocherebbe eventi apocalittici (bisogna notare, pero’, che questo allineamento e’ avvenuto svariate volte in passato senza incidenti, e che non vi e’ alcuna prova che i maya fossero al corrente delle leggi fisiche alla base del moto celeste, se non le piu’ basilari). Ovviamente il fatto che questa presunta fine del calendario maya coincida, piu’ o meno, con il solstizio d’inverno dona alla teoria ancora piu’ credibilita’ agli occhi di chi gia’ ci crede. Come lo farebbe se coincidesse con il solstizio d’estate… o i due equinozi…. o natale… hallowe’en… il 31 dicembre… il primo gennaio…

Infine, almeno per quanto riguarda questo post, abbiamo delle teorie che fingono di avere l’avallo della scienza, ma che in realta’ non hanno nessuna base scientifica o evidenza a loro supporto. Un primo gruppo crede che nel 2012, e precisamente il 21 o il 23, avverra’ a tanto attesa e tanto temuta (da chi propugna questa teoria) inversione del campo geomagnetico, ovvero del campo magnetico terrestre. In realta’ gli scienziati si aspettano questa inversione, che e’ gia’ in ritardo anche se ci sono pochi dati per stabilire il periodo di questo fenomeno. Detto questo, non esiste una data piu’ probabile per l’inizio di questa inversione. Un evento di questo tipo, inoltre, non avviene nel giro di poche ore, ma richiede migliaia di anni per giungere a completamento. Anche se l’inversione dovesse cominciare proprio il 21 dicembre 2012, l’unico effetto che percepiremmo sarebbe una leggerissima variazione dell’intensita’ del campo geomagnetico che diminuirebbe costantemente (ma su periodi lunghissimi) per poi aumentare di nuovo ma con i poli scambiati.

L’ultima teoria di cui voglio parlare prevede che la Terra entrera’ in collisione con un fantomatico decimo pianeta del sistema solare (un’altra teoria piuttosto fantasiosa esistente a prescindere da tutte quelle riguardo il 2012 e esaurientemente dimostrata falsa), Nibiru (con tutte queste “parole chiave”, questo articolo dovrebbe apparire in moltissime ricerche su Google ;-)). Allora, Nibiru NON esiste, punto. Non c’e’ nessun’evidenza sperimentale che supporti la teoria di un decimo pianeta (o nono pianeta, visto che Plutone e’ stato declassato), ne’ vi e’ qualche fenomeno nel sistema solare che possa richiedere la presenza di un corpo celeste di dimensioni planetarie per essere spiegato. Supponiamo, pero’, che esista. Se ci fosse un pianeta in rotta di collisione con la Terra ce ne accorgeremmo. Non sto parlando degli astronomi o della Nasa o dei vari governi, ma di ogni singolo individuo sulla faccia del pianeta in grado di alzare lo sguardo verso il cielo. Un pianeta diretto verso la Terra sarebbe facilmente visibile ben prima dell’impatto.

Per concludere, mi sembra doveroso menzionare il film “2012” di Roland Emmerich, che uscira’ tra pochi mesi al cinema. Devo dire che non conosco la trama e non mi sono interessato un gran che’, ma so che sara’ un film dalla trama apocalittica, scritto appositamente per approfittare del mito e della paura che ha creato e, anche se non credo che il suo scopo sia quello di aumentare la disinformazione sull’argomento, sicuramente cavalchera’ l’onda. Non so se andro’ a vederlo, dopotutto mi pare un’espediente per creare un film dal grande successo di botteghino con il minimo sforzo intellettuale. Puo’ anche risultare un buon film, sicuramente non sara’ un film verosimile ma pura fantascienza! Come le teorie sul 2012…

AGGIORNAMENTO: Continuo a non aver visto il film 2012, ma secondo fonti attendibili sembra essere un film di particolare interesse per coloro che amano vedere effetti speciali in gran quantita’ e non sono interessati ad una storia. In ogni caso… fantascienza, anche se in questa occasione hanno giocato la carta del marketing sulle paure della gente.

5 commenti leave one →
  1. http://www.lalupusinfabula.it/attivita/acqua/Immagini/onda-oceano.jpg permalink
    23 agosto 2010 12:25

    MMMhhh…CXome sei scettico

  2. Ciaooooo permalink
    23 agosto 2010 12:25

    Carino…Ma tu no!

  3. 23 agosto 2010 12:48

    Non credo sia una gran scoperta che io sia scettico, visto il nome del blog. In ogni caso due commenti senza molto spessore, temo. Se vuoi (l’autore dei commenti e’ sempre lo stesso, anche se ha usato diversi indirizzi di email) puoi provare a motivare i tuoi commenti, in modo da portare avanti una discussione… mi trovi qui.

  4. Morando Sergio Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia e oltre.. permalink
    29 aprile 2011 10:56

    Eg. Sig. Dad3
    Hai scritto e pubblicato quando era il 2009..ora siamo nel 2011.. e di cambiamenti diciamo naturali come i Maya descrivevono come” nuova era” sembrano quanto più che mai fatti di attualità …tutti possono constatarlo e per quanto sta accadendo ancora ad oggi in Giappone sembra confermare le teorie “NON ” più teorie..oggi confermate dell’ asse terrestre spostato dovuto al grande terremoto maremoto..e le imprevedibili ATTUALI radiazioni della centrale atomica che stanno colpendo ogni giorno il Suo popolo non solo il Giappone ma altri, la Sua aria il Suo mare sono contaminati sempre più..ma queste radiazioni se non si riusciranno a fermare contamineranno l’intero pianeta! Forse i Maya intendevano questoin fin dei conti.. “sempre di luce si tratta. .” condito da altrettanti guerre vicine a noi…proprio una nuova era !che tutti si può capire e VEDERE.. stiamo ora iniziando come prescritto da Maya iniziando questo nuova era.. ? il 2012 sarà forse solo la conferma a quanto sembra ..dei fatti attuali..il 2012 la data ufficiale …a livello mondiale .
    Comunque teoria o non teoria crederci o non crederci a questo fatto della data dei Maya come la mettiamo di quanto sta accadendo ATTUALMENTE ogni giorno nel mondo intero ?
    Ci hanno avvertito i Maya …a quanto pare a prepararci..
    Sergio Morando

    • 29 aprile 2011 11:25

      Grazie Sig. Morando per il suo commento.

      I fatti di attualita’, da lei citati, possono, in effetti far sembrare a prima vista che una profezia (non LA profezia, in quanto non sembra esisterne una sola, ma ognuno sembra avere la sua) si stia realizzando.
      Fermiamoci un secondo a ragionare su quanto lei dice: lei parla di distruzione legata alla luce, mi par di capire, e lega questa predizione (alquanto vaga, mi permetta di aggiungere) con l’attuale crisi nucleare di Fukushima; perche’, invece, non legarla a quella di Chernobyl? O alle bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaki? O ancora alle migliaia di test nucleari che si sono susseguiti tra il 1945 ed oggi? E se non volessimo limitarci all’atomo potremmo anche andare a cercare la realizzazione di tale predizione in massimi di attivita’ solare che si sono succeduti negli ultimi due millenni, oppure alla “morte” del Sole tra 5 miliardi di anni, la quale sterilizzera’ completamente il nostro amato pianeta: piu’ distruzione luminosa di cosi’…
      Mi parla di asse terrestre spostato, cosa di cui ho parlato anch’io in occasione del precedente terremoto cileno e ripreso da un commentatore del blog in occasione del recente terremoto nipponico: ogni evento sismico di tale portata provoca una ridistribuzione della massa terrestre, che conseguentemente provoca uno spostamento dell’asse di rotazione; provi a prendere una trottola, di legno o di plastica, e la faccia ruotare, dopodiche’ rimuova con un coltello o un taglierino (facendo attenzione, mi raccomando!) una piccola parte del corpo della trottola da un lato, si accorgera’ che ora essa non ruota piu’ attorno al medesimo asse di prima, si tratta di una normale conseguenza delle leggi fisiche, non ha nulla di misterioso ed e’ riscontrabile in ogni sisma di grande magnitudo. Inoltre e’ un effetto MINUSCOLO, nemmeno precisamente misurabile in quanto mascherato dalla normale oscillazione e precessione dell’asse terrestre, anch’essi normali fenomeni fisici.
      Infine, per quanto riguarda le guerre, e’ vero che ci troviamo in un periodo di tumulti con diversi paesi arabi in rivolta e guerre in Iraq e Afghanistan mai veramente finite. Ma la storia umana e’ particolarmente adorna di conflitti armati, spesso anche piu’ sanguinosi dei recenti (senza, ovviamente, voler sminuire con questo il valore delle vite umane perse nei recenti scontri): perche’ non considerare le due guerre mondiali? O le innumerevoli guerre, grandi e piccole, nei duemila anni di storia dalla nascita di queste fantomatiche predizioni (fantomatiche perche’ i Maya, in effetti, non hanno mai fatto predizioni)?
      La realta’ e’ che queste previsioni di morte e distruzione sono sufficientemente vaghe (e diverse a seconda di chi le riporta) da poter corrispondere a qualunque epoca. Se aggiungiamo a questo il fatto che il nostro cervello si e’ evoluto in modo da ricordare bene le previsioni azzeccate e dimenticare quelle mancate e da dare maggiore importanza al presente rispetto alla storia passata, vediamo bene come sia semplice per queste previsioni fare presa. Se cosi’ non fosse medium, astrologi e psichici vari sarebbero estinti da molto tempo.

      Ben vengano favole edificanti che spingano al miglioramento della societa’, ma non facciamoci prendere dal panico a causa di lavori di fiction come questo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: