Skip to content

Una nuova vittoria dei vaccini contro la polio – ma la guerra non e’ ancora finita

5 agosto 2010

La poliomielite, o polio, e’ una malattia virale potenzialmente debilitante e mortale. Prima della scoperta dei vaccini, essa era diffusa in tutto il mondo e causava morte e paralisi in moltissimi bambini (i piu’ colpiti dalla malattia). Dal 1988 l’organizzazione mondiale della sanità (WHO, world health organization) avvio’ una campagna di eradicazione della poliomielite attraverso una campagna mondiale di vaccinazioni che ebbe come conseguenza il calo di casi annui da 350000 di quell’anno a 2000 nel 2006.

Il progetto di vaccinazione globale e’ tutt’ora in atto, anche perché il virus non riuscirebbe a vivere per periodi lunghi nell’ambiente senza un portatore. Se si riuscisse nell’intento di vaccinare tutti, il virus della polio farebbe la fine del vaiolo: un cimelio conservato in alcuni laboratori di ricerca.

Purtroppo, pero’, vi sono alcune comunità, concentrate in India, in Nigeria, in Pakistan e in Afghanistan che rifiutano la vaccinazione per motivi religiosi, politici o per fattori contingenti (ad esempio guerre): sono le uniche zone che presentino ancora focolai di poliomielite non importata.

All’inizio di quest’anno, pero’, e’ scoppiata un’epidemia di poliomielite in Tagikistan. Questo paese dopo un’intensa campagna vaccinale era stato catalogato tra le nazioni libere dalla poliomielite nel 2002, ma negli ultimi anni, a causa di migrazioni interne al paese, molti bambini hanno mancato la possibilita’ di essere vaccinati o di completare il ciclo. Questo fatto ha abbassato l’immunita’ di branco (herd immunity) alla poliomielite e ha aperto le porte, all’inizio del 2010, ad una nuova epidemia. Da aprile, si sono registrati circa 420 casi e 19 vittime.

Il ministero della sanita’ locale, con aiuti internazionali, ha mobilitato migliaia di dottori che hanno effettuato, tra il 15 e il 19 di giugno, una campagna massiccia di vaccinazioni, arrivando ad immunizzare piu’ del 97% dei bambini in tutte le regioni. Dal 21 giugno non sono stati registrati nuovi casi di poliomielite nella regione.

Una vittoria per i vaccini? Indubbiamente, ma la guerra non e’ ancora finita, infatti, come si e’ potuto vedere in questo caso, abbassando la guardia, malattie quasi debellate possono tornare all’attacco, provocando epidemie a tutti gli effetti completamente prevenibili.

La battaglia va avanti e ogni piccola vittoria conta nella guerra contro la poliomielite e altre terribili malattie, con buona pace di chi afferma che la medicina moderna e’ inefficace.

2 commenti leave one →
  1. Skepdude permalink
    6 agosto 2010 02:06

    Grazie per il link (sorry that’s the extent of my Italian)

  2. 10 agosto 2010 11:24

    Hi Skepdude, thanks for the visit!

    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: Il Sig. Vanoli ha lasciato un commento a questo post, prontamente riconosciuto come spam da WordPress. Siccome e’ sostanzialmente identico al suo commento su un mio post precedente (http://loscetticoerrante.org/2010/06/25/perche-crediamo-alle-teorie-del-complotto/#comment-192) e siccome egli non ha mai risposto alle mie osservazioni, non intendo pubblicare quello che e’ a tutti gli effetti propaganda per le sue idee antiscientifiche e dannose per la salute pubblica. Il Sig. Vanoli e’ libero di (e anche invitato a) rispondermi attraverso i commenti a questo o al precedente post o anche contattarmi privatamente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: