Skip to content

Recensioni: “Solar”, di Ian McEwan e “Il più grande spettacolo della terra. Perché Darwin aveva ragione” di Richard Dawkins

27 agosto 2010

Grazie ad una settimana di vacanze sono riuscito a leggere un po’, e oggi vorrei proporvi le mie impressioni sulle ultime fatiche di due autori piuttosto conosciuti (per lo meno nei paesi anglofoni).

Solar – Ian McEwan

Ammetto che Solar e’ il primo libro che leggo di McEwan, ma ho visto, ed apprezzato molto, il film “Atonement”, tratto da un suo precedente romanzo.

Solar e’ un romanzo piuttosto particolare, se non altro per il fatto di avere un protagonista nel quale e’ piuttosto difficile immedesimarsi: donnaiolo impenitente, alcoolizzato, burbero, individualista, Michael Beard e’ un Premio Nobel con alle spalle un breve periodo di brillante ricerca e una lunga vita di rendita. Quando la sua quinta moglie si imbarca in una relazione extraconiugale per Michael la vita prende una svolta inaspettata.

Il libro copre un periodo di circa dieci anni della vita del professore premio Nobel e del suo tentativo di salvare il mondo (o, meglio, l’umanità) dall’autodistruzione del cambiamento climatico globale, attraverso lo sfruttamento dell’energia prodotta dalla centrale nucleare naturale più vicina: il Sole (da cui il titolo del libro). Inutile dire che i motivi che spingono Michael non siano del tutto filantropici.

La storia e’ interessante e ben raccontata, con pochi momenti lenti e il libro e’ decisamente godibile. Indubbiamente relazionarsi con il personaggio richiede un po’ di sforzo da parte del lettore, ma ritengo che il libro valga questa fatica. Che io sappia non e’ ancora stato pubblicato in italiano, essendo il libro del 2010, ma ritengo che non ci vorrà molto prima che faccia la sua comparsa sugli scaffali delle librerie italiane.

Il piu’ grande spettacolo della Terra – Richard Dawkins

Dawkins e’ un autore con una certa fama in alcuni ambienti, specialmente quelli legati al creazionismo, in quanto e’ un instancabile combattente per la causa della Scienza e della Ragione. In particolar modo, la sua formazione da biologo evoluzionista ed etologo lo porta spesso a discutere di questi argomenti, nella maggior parte dei casi in risposta al movimento creazionista.

In questo libro, Dawkins, descrive in dettaglio e in modo coinvolgente tutte le prove a favore della teoria dell’evoluzione e della selezione naturale. Per inciso, “teoria” non significa qualcosa di astratto privo di basi sperimentali, per quello esiste la parola “ipotesi”, ma un corpo di idee, ipotesi, tesi e prove sperimentali a loro supporto. Molte “teorie” sono state provate sperimentalmente cosi’ tante volte da essere accettate al di la’ di ogni ragionevole dubbio, ad esempio quella della relativita’… e quella dell’evoluzione.

Ma torniamo al libro, come dicevo, esso presenta, in maniera articolata ed organica, comprensibile da tutti e coinvolgente, tutte le prove a disposizione della scienza a supporto dell’evoluzionismo e, in parallelo, smonta senza troppi complimenti (e, devo aggiungere, senza troppa fatica) le idee di chi crede che l’universo sia stato letteralmente creato in sette giorni, con tutti gli animali, le piante e gli uomini (che secondo la maggior parte di loro non sono animali) già bell’e formati. I capitoli sono divisi a seconda del tipo di prove che portano o delle tecniche che utilizzano per portare avanti il discorso, dalla datazione dei fossili, all’analisi anatomica che mostra come gli organismi non possano essere frutto di un disegno intelligente, il tutto condito da divertenti aneddoti e, spesso, parecchio umorismo.

Non aggiungo altro, se avete dei dubbi sull’evoluzionismo o se non ne avete ma volete scoprire come facciamo ad essere certi della sua veridicità, allora andate a comprare questo libro (o andate a cercarlo in biblioteca) e non rimarrete delusi. Tra l’altro, da febbraio di quest’anno e’ stato pubblicato anche in italiano, quindi non avete scuse. Se invece siete assolutamente certi che la terra abbia solo 6000 anni e che la teoria dell’evoluzione sia solo una bella favola portata avanti da una cospirazione globale di scienziati con secondi fini, allora non sprecate i vostri soldi: difficilmente questo libro vi illuminerà.

2 commenti leave one →
  1. 27 agosto 2010 14:55

    Grazie per i suggerimenti. Se posso aggiungerei di affiancare a Dawkins il buontempone di J. S. Gould.

    • 27 agosto 2010 15:09

      Ottimo suggerimento anche quello… aggiungi, aggiungi ;-)

      Purtroppo era solo una settimana di ferie, non sono riuscito a leggere di piu’ :-D (in effetti avrei anche una recensione di “59 seconds” di Richard Wiseman… prossimamente)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: